Le pitture minerali fotocatalitiche utilizzano energia luminosa per neutralizzare l’inquinamento

Le pitture minerali fotocatalitiche utilizzano energia luminosa per neutralizzare l’inquinamento; la proprietà fotocatalitica è un importante valore aggiunto per i colori.

In particolare, nel campo dei colori e delle vernici, bisogna considerare quanto l’inquinamento aereo e il rilascio di agenti volatici  (VOC)  incidano sull’ambiente interno ed esterno,  a partire dal processo di produzione   fino all’applicazione.

La reazione di fotocatalisi non solo distrugge i materiali organici e gli agenti esterni, mantenendo una superficie pittorica più pulita, bensì converte gli ossidi di azoto e gli altri agenti inquinanti dannosi, come formaldeide e acetaldeide, in nitrati innocui, garantendo un ambiente più sano e una migliore qualità dell’aria.

Keim ha fatto proprio questo principio: ai colori minerali ai silicati viene aggiunto il biossido di titanio fotocatalitico, in grado di degradare sostanze inquinanti organiche e odori fastidiosi

WhatsApp Contattaci su Whatsapp